sabato 27 ottobre 2012

Dipingere con le foglie

di Erin Kross


 
 
Salve a tutti! La volta scorsa abbiamo parlato di come si può dipingere con i fiori… ma eravamo in estate. Ora vi spiegherò come si possono decorare alcuni oggetti in tessuto, come cuscini tovagliette, gonne e altri, anche se non siete capaci di disegnare.

Il mio intento è quello di portare ognuno di voi ad amare la pittura in tutte le sue tecniche facilitate, per poi passare a desiderare di imparare a disegnare e dipingere con alcuni suggerimenti che vedremo più avanti.
Sapete che più di 2000 anni fa i cinesi furono i primi ad usare le tecniche semplici per decorare i loro tessuti?
Il risultato naturalmente dipenderà dalla vostra creatività e dal gusto del colore che ognuno di noi possiede.

Dato che siamo in autunno, possiamo mettere in atto un metodo facilissimo e veloce per decorare i tessuti.Possiamo anche pensare in anticipo a qualche regalo per Natale.
Dunque diciamo subito che alla base di questa tecnica sono le "foglie" che cadono in questa stagione.
Fate un giro nel parco e raccogliete delle foglie di acero, platano, edera, vite americana, ginkgo, ippocastano o altre foglie che abbiano le venature marcate, che siano non troppo grandi e non troppo piccole.
Dopo averle raccolte, pressatele bene in un libro, e dopo qualche giorno saranno pronte per fungere da stampo.

Ora elenchiamo gli strumenti da lavoro:

1) un tavolo, se delicato lo si proteggerà con un foglio di plastica.
2) della carta assorbente
3) nastro adesivo di carta (tipo Tesa).
4) un pennello n°8,
5) un pennello n°2,
6) alcuni vasetti di colore da tessuto coprenti ( es: i pebeo).
7) il materiale da dipingere (cuscini,magliette ecc) inserendo all’interno dei fogli di carta assorbente
8) dei ritagli di tessuto x fare una prova iniziale
9) un pezzo di plastica o una piastrella.

Prima di iniziare, preparate il tavolo da lavoro, lo si dovrà coprire con della carta assorbente per non sporcarlo di colore. Con il nastro adesivo fissate il tessuto da dipingere ben teso (deve essere lavato dall’appretto e stirato molto bene ), facendo attenzione che non rimanga nessuna piega, poiché anche la più piccola potrebbe compromettere il lavoro.
A questo punto, scegliete la foglia da usare come stampo, appoggiatela a rovescio, dove le nervature sono più evidenti, sulla plastica (o piastrella) o su una carta assorbente.
Con un pennello morbido (8) stendete delicatamente il colore su tutta la foglia, partendo dalla base della nervatura centrale e andando verso l’esterno. Una volta completato, giratela e tenendola per il gambo appoggiatela con movimento deciso e fermo sul tessuto. Coprendola con un foglio di carta assorbente premetela con la mano su tutta la superficie ma senza trascinarla, per non muovere il lavoro di stampa. Quindi togliete la carta assorbente, con delicatezza sollevate la foglia sempre tenendola per il gambo, che dipingerete per ultimo a mano, con un pennello sottile.
E' importante decidere le varie posizioni dove collocare le diverse foglie prima di iniziare la stampa, di modo da creare una composizione armonica.
Per la prima volta colorate le singole foglie usando un unico colore… quando ci avrete preso la mano, potrete usare più colori sulla stessa foglia, e ottenere dei bellissimi effetti sfumati.
Dopo ogni passaggio di colore, ricordatevi di lavare bene il pennello, per evitare che il colore, seccandosi, lo rovini.

Quando avrete completato il lavoro mettetelo ad asciugare, dopo due giorni potrete fissare il colore stirandolo dal rovescio. Il calore del ferro dipenderà dal tessuto che avete usato, e successivamente potrà essere lavato senza problemi a 40°.
Con questa tecnica, potrete personalizzare con la vostra fantasia e il vostro stile oggetti tra i più diversi, e dare un tocco d'autunno alla vostra casa.

1 commento:

dipintisustoffa ha detto...

complimenti per l'idea delle foglie. Anch'io dipingo sui tessuti, il mio blog è dipintisustoffa.blogspot.com

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...